Giro del Castelliere

 

 

   Pi che un escursione possiamo chiamarla sgambata, anche se come panorami sulle montagne circostanti molto interessante. Io l' ho fatta mentre le mie figliolette erano al parco giochi dei Prati di Croda Rossa con la mamma. Comunque il tratto che dai prati sale al Castelliere piuttosto faticoso anche se breve.

   Dai Prati di Croda Rossa seguiamo il sentiero che scende e li attraversa per salire sull' altro versante. Si arriva ad un punto dove stata costruita una casetta per i bambini e dove ci sono dei tavolini per un pic-nic. Da l continuiamo seguendo le indicazioni verso il Castelliere stando attenti ad un secondo bivio di prendere il sentiero che sale sulla destra lasciando sulla sinistra quello che faremo al ritorno. Saliamo ora costantemente in direzione di un canale che rimonteremo faticosamente per tutta la sua lunghezza. Lasciato sulla destra il sentiero attrezzato che sale sulla Croda Rossa di Sesto, attraversiamo un breve tratto verso sinistra e dopo una selletta arriviamo al Castelliere. Nei pressi ci sono molte opere realizzate durante la Grande Guerra. Il Castelliere domina il Passo di Monte Croce Comelico e la Valle di Sesto.  

   Scendiamo ora per l' altro versante attraversando in costa i ghiaioni che scendono dalla Croda Rossa fino al bordo di un canalone nevoso. Scendiamo con vari tornanti sul bordo di questo stando attenti al terreno scivoloso e dopo un tratto franoso arriviamo all' inizio del bosco dove si trova il bivio con il sentiero che abbiamo lasciato all' inizio. A questo punto prendiamo verso sinistra per i prati di Croda Rossa ed entriamo nel bosco che attraversiamo con costanti saliscendi incontrando diverse opere militari. Usciti dal bosco continuiamo per terreno franoso fino al bivio dell' andata e da questo seguendo il sentiero a ritroso arriviamo ai Prati di Croda Rossa.

Foto dell' Escursione

Torna alla pagina degli Itinerari nelle Dolomiti di Sesto